• Siamo su Underground Playlist oggi in compagnia di Dex Pascal! Ciao Dex e complimenti per la nuova uscita “Al di là di ogni volto”! Prima di parlarne facciamo un passo indietro, come hai iniziato a fare musica?

Ciao! Avevo circa 17 anni quando ho preso per la prima volta la chitarra in mano. Mio fratello, anche lui chitarrista, mi ha dato le prime lezioni di chitarra, poi ho continuato da autodidatta. Siccome 20 anni fa non era facilissimo reperire spartiti o tab, Mi divertivo a creare melodie mie e a buttarci su anche dei testi. Subito ho capito che era quello che volevo fare, e infatti non mi sono più fermato

  • Tornando al singolo, quando l’hai scritto?

Non ricordo il mese esatto ma ricordo bene l’anno, il 2014.

  • Se dovessi scegliere un artista o una canzone che apprezzi particolarmente quale sceglieresti e perchè?

Ne potrei dire veramente tante, ma tra queste ce n’è una in particolare che adoro ed è “Canzone per federica” di Maldestro, per 3 motivi:

1 – È un capolavoro.

2 – Ha un significato stupendo, e cioè che bisogna trovare sempre la forza e la pazienza di affrontare le difficoltà della vita, cosa che canto anche io nelle mie canzoni.

3 – mi ha dato un piccolo spunto per un paio di brani.

  • Di cosa parla “Al di là di ogni volto”?

Parla di come sempre più spesso ci fermiamo alle apparenze senza vedere chi sta dietro al volto che stiamo guardando, dimenticandoci che dietro c’è un essere umano esattamente come noi, con le sue esigenze, i suoi problemi e le sue emozioni.

Per conoscere veramente gli altri dovremmo solo avere il coraggio, il tempo, ma soprattutto la voglia di guardare cosa c’è al di là di ogni singolo volto.

  • Quanti pezzi pronti hai nel cassetto che vuoi farci sentire presto?

Innumerevoli. Scrivo da 20 anni ma solo ora sto cominciando a pubblicare. Presto uscirà il mio primo album In cui ci saranno 4 nuovi brani oltre ai singoli già pubblicati. Poi ci sarà un seguito ma è prematuro parlarne.

Pubblicità