Torniamo a parlare di Marco Simoncelli, che vi abbiamo presentato con un’intervista che potete leggere qui, per concentrarci sul suo nuovo disco “Breejo” e per dirvi cosa ne pensiamo di questo lavoro. “Breejo”, pubblicato da Abeat Records, è un disco corposo che, in quasi un’ora di ascolto, raccoglie undici brani. Anticipato dal singolo “Green Pass”, una satira su quanto tutti noi abbiamo vissuto negli scorsi anni, “Breejo” colpisce in primis per un incredibile lavoro di produzione. Non da meno, però, la ricerca stilistica di Simoncelli che con facilità passa da stili e registri diversi, senza perdere mai di vista la sua naturale anima, rivolta al blues e alle sonorità più black. Interessanti i testi, attraverso i quali il cantautore racconta il proprio pensiero sulla vita e su quegli aspetti che la compongono. Argomenti soggettivi ed oggettivi insieme, che troveranno sicuro riscontro nelle vite di molti ascoltatori. Un plauso, da parte nostro, nella scelta di aver coinvolto i propri giovani figli, in un ponte concettuale tra generazioni, da un lato, e tra diversi modi di concepire la musica, dall’altro. In conclusione: un lavoro elegante, ricercato, non banale e mai noioso. Da ascoltare!

Pubblicità