Il deserto dell’Arizona è uno di quei posti che, quando lo visiti, non puoi più dimenticare. Così come la Death Valley, con Zabriskie Point, o il Grand Canyon, o ancora il Mississippi, New Orleans e potrei andare avanti, citando bellezze statunitensi nelle quali perdersi e anche ritrovarsi. Chi come ma ha viaggiato in quelle terre e ha visitato quei luoghi, sa di cosa parlo. E lo sa anche Black Snake Moan, artista che quando lo ascolti o lo guardi nei suoi video non puoi mica pensare sia italiano, perché certe cose proprio negli Stati Uniti le trovi. E invece il fato ha voluto che Marco (nome di battesimo) nascesse qui, italiano e probabilmente reincarnazione di qualche hippy che negli anni ’70 ha sperimentato tutte le droghe psichedeliche del periodo. E lo dico senza toni moralisti, perché se davvero è andata così, il risultato di questi viaggi alternativi è il doppio singolo “Revelation & Vision”, davvero straordinario, e che Black Snake Moan pubblica oggi per Tufo Rock Records. Dentro ci trovate tutto quello che ho già descritto nelle precedenti righe, con ovviamente l’aggiunta di musica ben composta e prodotta, figlia del rock e del blues.

Pubblicità