Siamo su Underground Playlist, benvenuto Mikimas! Ci racconti la tua storia in breve per i nostri lettori che ancora non ti conoscono? Quando hai iniziato a fare musica?

Bisogna andare indietro di più di 10 anni, perché grazie al DVD di Campovolo 2.011 di Luciano Ligabue io ho capito cosa volessi fare da grande. Il palco, dopo quella visione magnifica di 120.000 persone davanti un mega schermo di 200 m² non se n’è mai andato via dalla mia testa. Nel 2016 mi iscrivo alla Ricordi Music School e con diverse esperienze live con il mio primo gruppo i “S.O.R.1”, divento solista nel 2019, iniziando più tardi a scrivere e a pubblicare le prime canzoni. Grazie alle edizioni Winter e Summer 2021 di Sanremo Newtalent escono Let’s start! e Il mio sabato sera. A Febbraio esce Niente da dire? ed è anche la volta del primo vero concerto al PLUG’N’PLAY 2022 organizzato da 0371 Music Press, suonando in acustico al Babila Bistrot, superando il turno. Ad aprile è uscita Sei rimasta qui.

A livello artistico cambieresti qualcosa nel tuo percorso? Datti un voto su quello fatto fin’ora!

Non penso di dover cambiare qualcosa, tutto quello che è stato scritto e pubblicato ha un senso dall’inizio alla fine. Per il risultato finale mi dò un 7+.

“Sei rimasta qui” è online dal 22 aprile. A chi la dedichi? 

A Giulia, la ragazza che ha ispirato questo brano, d’altronde è lei il punto focale del brano.

Quando l’hai scritta e perchè?

Faccio prima una premessa: “Sei rimasta qui” è una ballad pop/rock che si distacca dai ritmi punk dei brani precedenti, mi hanno ispirato questa canzone Ligabue, Springsteen e l’ultimo disco dei The Fratellis (Half Drunk over a Full Moon). Essa racconta lo stato d’animo di un ragazzo che è stato mollato dalla ex anni prima e trovando una sua foto si ricorda di lei; dolci momenti del passato si mescolano a tanta amarezza, perché è ancora innamorato di lei. Ho scritto questo pezzo in un momento difficile per me, perché proprio trovando questa ragazza che mi piaceva sui social mi ha fatto rimanere così, e quindi ho cercato di trasmettere ciò che provavo in quegli istanti.

Cosa puoi dirci riguardo il tuo futuro artistico? Cosa dobbiamo aspettarci?

Per l’estate uscirà un altro singolo, e sarà la conclusione di questo percorso iniziato a settembre con “Il mio sabato sera”, dopodiché mi prenderò una pausa.

Pubblicità