Per la prima volta sulle nostre pagine virtuali NDM, formazione romana che propone un rock impattante ed originale. Hanno recentemente pubblicato il singolo “Un giudice”, coverizzando un celebra brano di De Andrè. Ottima occasione per incontrarli.

Ciao NDM, siamo su Underground Playlist! Siete nuovi da queste parti quindi come prima cosa vi chiediamo di presentare il vostro progetto ai nostri lettori.

Siamo una band nata nel 2012  con l’intento di fare musica originale e di fare rock in maniera viscerale. Abbiamo fatto delle nostre diversità di gusto e di approccio dei punti di forza del progetto. All’attivo abbiamo un album chiamato “all’inferno”  ed un Ep, “non so se avete presente”.

Il 13 maggio, dopo un periodo di silenzio dal vostro primo disco, siete tornati con la cover di Un Giudice, stupendo pezzo di De Andrè. Perché questa scelta?

In tanti anni che suoniamo insieme non abbiano mai sentito l’esigenza di suonare cover. Abbiamo deciso di suonare questo brano con l’attitudine di non “karaokizzarlo” ,ma di considerarlo forte strumento di comunicazione di un messaggio importante da attualizzare e un buon prodotto di transizione tra lo scorso Ep ed il nostro prossimo step…

A noi è piaciuto molto il modo in cui l’avete proposta e, dopo aver ascoltato i vostri precedenti lavori, possiamo dire che l’avete resa davvero vostra. In tal senso, come avete lavorato?

Abbiamo lavorato soprattutto sui suoni per renderlo coerente con la filosofia NDM. A quel punto il testo e la voce fluivano in maniera naturale anche con questo approccio più violento.


Scegliendo De Andrè avete esplicitato il vostro amore per un certo tipo di cantautorato. Ora si dice che i cantautori siano i rapper. Voi come la vedete? Siete d’accordo con questa opinione?

I nuovi cantautori possono essere anche reggaeton. Rilegarli alla musica leggera è un errore che è stato fossilizzato nella cultura musicale del nostro paese per troppo tempo, esiste ed è sempre esistita la lirica cantautoriale nell’underground o nel mainstream, un tempo veniva espressa nel folk, oggi può essere espressa nella trap. L’importante è farlo sempre con rispetto dell’Arte.

Rimaniamo sempre sul filo della polemica chiedetevi anche cosa e pesate del fenomeno Maneskin…


I maneskin sono una giovane band con del talento che sta sfruttando alla grande tutto ciò che gli viene concesso dal pubblico medio, meritatamente. Esiste polemica quando si parla di Rock con la R maiuscola, e lì possono alimentarsi delle vedute diverse, ma commercialmente , sono oggettivamente il prodotto che ha risollevato il rock italiano nel mondo.

Tornando a voi, quali saranno i prossimo passi del vostro cammino?


Questo singolo è un momento di transizione tra il vecchio Ep e qualcosa di nuovo…