Fin da piccola ha sempre voluto fare cose più grandi di lei e tutti le dicevano sempre che non era “niente” per poterle fare. Per fortuna Valentina Sguera non ha mai creduto a questo annichilente precetto e oggi, dopo aver raggiunto importanti traguardi come truccatrice professionista per il cinema e per la TV e dopo aver creato e gestito un blog con migliaia di follower, questo “Niente” vuole ancora una volta creare qualcosa di grande e importante, almeno per lei, e decide di farlo attraverso la musica, il canto e la scrittura di brani in inglese. Valentina rivela che la musica per lei è sempre stata “un grande sogno, come grande era l’assolo che Slash mi suonava in faccia a 3 metri dal palco e che mi fece gridare tra la folla: «Sono una donna, non sono niente! Il “niente” vi stupirà!».“ Di tutto questo è intriso il nome del progetto artistico She!NoThinG.

Dopo averci stregato con il suo timbro graffiante e oscuro, Valentina Sguera, in arte ShE!NoThinG, torna con un nuovo singolo, “Rabbit Hole”, secondo brano che anticipa l’album in uscita a febbraio. “Rabbit Hole” è un brano che l’autrice definisce “nascosto”, perché fa venire voglia di muovere a tempo la testa e ballare lasciandosi andare, ma ascoltandolo più approfonditamente ci si accorge che al suo interno c’è la potente drammaticità che caratterizza tutta la musica di ShE!NoThinG. Il riff di chitarra baritona, vicina all’immaginario di Quentin Tarantino, racconta il desiderio di trovare la propria casa o qualcuno che ci faccia sentire a casa, al sicuro. Il contrabbasso si poggia su una ritmica rockabillyche trascina fin dentro la tana del coniglio, metafora di quell’universo parallelo che prova ad inghiottirci nella speranza che qualcuno ci venga a salvare. “Rabbit Hole”, com’era già accaduto con il singolo “Woman”, è inoltre accompagnato da uno speciale videoclip che è ben più di un semplice lyric video.

Il videoclip del singolo “Pillole di Felicità”

***

SEGUI SHE!NOTHING QUI: https://www.facebook.com/SHE-Nothing-100521075038521/

***

Articoli correlati: