Leonardo Termini, nome d’arte  Krifal, cresce con i condizionamenti musicali dei suoi genitori ascoltando i Beatles, Laura Pausini, Marco Masini, David Archuleta e molti altri artisti di diversi generi. Nel 2015 ha sentito il bisogno di espandere di più il suo mondo musicale, da lì inizia a scrivere il suo primo testo.

Krifal ha sentito il bisogno di scrivere qualcosa anche se non riusciva ancora a spiegare in una canzone quello che aveva in testa, ma nel corso della sua carriera è diventato tutt’uno con la base e il foglio davanti. Per il cantante la musica è come ossigeno che serve per respirare, è una passione che si porterà avanti per tutta la vita: scrivendo Krifal riesce a togliersi tutti i pensieri che ha in testa, a raccontare quello che ha vissuto nonostante la sua giovane età, le sue storie d’amore e il suo rapporto con la scuola, con i suoi genitori. La musica è per Krifal la sua salvezza da questo mondo condizionato da persone che stanno alle regole del mondo e che ne condizionano a loro volta.

Il nuovo brano del rapper ligure, “Piove su di noi” è una canzone che è uno storytelling ispirato dai momenti più comuni che possono succedere nella vita di una coppia di fidanzati, nel bene e nel male. Il testo si focalizza anche della voglia del cantante di uscire dalla monotonia che tutti, lui compreso, stiamo vivendo in questo periodo. Un altro tema affrontato è la scuola: essa potrà dare un diploma in mano, ma se un ragazzo ha sudato molti anni sui libri e poi si trova a fare un lavoro che non gli piace non sarà mai felice. L’importante è seguire sempre le proprie passioni, solo così si vivrà sereni e soddisfatti del proprio lavoro.

Il videoclip di “Piove su di Noi”

***

SEGUI KRIFAL QUI: https://facebook.com/krifal149officialpage/

***

Articoli correlati:

Pubblicità